Cerca

domenica 1 aprile 2012

Fuffy.

Fuffy è una delle mie ragioni di vita. E' tenero, con un musetto carino (e, quando vuole, inquietante), due guanciotte pucciose e ha la fantastica capacità di starmi sempre vicino e sollevarmi il morale nelle giornate più cupe. Siamo incredibilmente sulla stessa lunghezza d'onda, ci capiamo al volo ed è praticamente il mio migliore amico. Poco ci manca per poterci definire telepatici. E non è né un cane, né un gatto, né un animale domestico di sorta. Non è nemmeno un oggetto concreto a cui per diletto ho dato un nome stupido.

Fuffy è una specie di, chiamiamolo così, sostegno morale. Il sostegno morale apportatomi da un amico. Effettivamente, è una storia abbastanza strana e bizzarra da raccontare. Il tutto è nato dal fatto che "sostegno morale" è abbastanza lungo da scrivere, ma nei nostri discorsi lo citiamo spesso. Così, qualche settimana fa, è diventato semplicemente Fuffy. Potrà sembrare una stupidaggine, ma è importante sapere di avere qualcosa a cui pensare quando mi sento depressa oppure, in preda a crisi esistenzali, mi domando se valga la pena resistere e non mandare tutto a quel paese. Quando mi prendono quei momenti depressi, spesso, sono in una situazione in cui non posso parlare, oppure sono sola e non ho modo di sfogarmi con nessuno. Sentirmi completamente sola è inevitabile. Sola, invisibile, magari a volte ho davanti proprio chi meglio dovrebbe conoscermi e capire che sto morendo dentro. E' strano, ne ho già parlato tante volte, lo so. La capacità di poter piangere in pubblico eppure passare totalmente inosservati è una cosa veramente potente. E fino a quando non abbiamo creato questa genialata del sostegno morale a distanza, non sapevo come difendermi, non sapevo con che pensiero consolarmi, non sapevo con chi parlare.

E' diventata un'arma ancora più efficace contro la mia solitudine cronica, da quando gli ho dato una forma. Se mi sento disperata, prendo il mio disegno (che ormai porto praticamente sempre con me) e sono pienamente consapevole che no, non sono sola. Non prendetemi per pazza. E' una delle forme di amicizia più totalizzanti e affettuose che io conosca.

Quindi, Fuffy (o meglio, padrone di Fuffy, dato che so che mi leggi), questo è per te. Per tutto quello che fai per me. Per come mi fai sentire: apprezzata, libera di esprimermi, me stessa, e soprattutto non sola. Per avermi fatto capire che il sostegno morale non è una mera trovata cinematografica per far commuovere il pubblico, ma una cosa che funziona, per quanto possiamo essere lontani, per quanto poco in realtà ci conosciamo, funziona e basta, e mi salva dalla paranoia.

Grazie di tutto :)

2 commenti:

  1. fidati... è molto più che un semplice cosetto tenero +_+

    RispondiElimina